Addio Bollino Blu

A partire dal 1° settembre 2011 i veicoli Euro 3, 4 e 5 della Regione Piemonte, non avranno più l’obbligo di effettuare annualmente il controllo sul rispetto delle emissioni inquinanti e di conseguenza non saranno più tenuti ad esibire il famigerato “bollino blu”. A stabilirlo una delibera della Giunta regionale, approvata ieri.
Il Governatore Roberto Cota ha dichiarato che l’intento è stato quello di alleviare i cittadini da un obbligo inutile, senza però abbassare la guardia sul tema della tutela dell’ambiente.
E’ vero che negli ultimi anni l’età del parco auto si è notevolmente abbassata, ma chi ha portato personalmente l’auto in officina a “fare il bollino blu”, non può non essersi accorto che le operazioni per il suo rilascio si erano limitate nella maggioranza dei casi a staccare l’adesivo dalla sua carta ed appiccicarlo sul parabrezza.

Lo avevano capito proprio tutti che era diventato solo un altro balzello per gli automobilisti, un business per le officine ed una tassa per la Regione.

Immediate però le proteste della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Media Impresa : “Riteniamo ci siano due buoni motivi per avere forti dubbi: va contro la tutela dell’ambiente e le imprese di autoriparazione, che hanno effettuato cospicui investimenti per acquistare le attrezzature necessarie ad effettuare l’analisi delle emissioni, quando è entrato in vigore l’obbligo del Bollino Blu. Inoltre, i titolari e il personale delle officine hanno investito tempo e risorse per acquisire la necessaria preparazione. In un momento di crisi che non è ancora terminato e che ha visto un calo di fatturato di oltre il 20% per molte di queste imprese, riteniamo penalizzante un provvedimento che inevitabilmente toglierà una significativa fonte di lavoro”.

Caspita, non mi ero mai accorto di quanta preparazione fosse necessario acquisire per questa operazione, probabilmente se si è maldestri, si rischia di strappare il Bollino quando lo si stacca dall’adesivo.

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e Natura, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Addio Bollino Blu

  1. loretta scrive:

    E’ possibile affittare Cota anche in Romagna così da risparmiare l’inutile aggiuntiva tassazione? grazie – attendo pacco a destinazione! ciao

  2. marco scrive:

    Alla regione vanno 50 centesimi alle officine 12.50 euro(fonte regione Piemonte) la macchina per il test
    non costa un capitale, tuttaltro.
    Certo è meglio fare bollini che riparazioni:
    meno seccature
    Ci credo che si arrabbiano.
    Poi tanti bollini e l’inquinamento aumenta…….

  3. Guido Giraudo scrive:

    Tolto il bollino blu vedrete che aumenteranno il costo del collaudo e probabilmente ne aumenteranno la periodicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *