Apple, oltre il profitto niente

Il 4 ottobre scorso si è celebrato il primo anniversario della morte di Steve Jobs.

Un anno fa tutti si interrogavano sugli scenari futuri e sulle sorti di un’azienda che il grande Steve aveva portato ai massimi livelli con la sua capacità di inventare il futuro e di rendere la tecnologia più avanzata alla portata da tutti.

Sarebbe riuscita a dare continuità all’opera di Jobs e a distinguersi per l’eccellenza dei suoi prodotti hardware e software?

Questo si chiedevano tutti.

La Apple ha sempre onorato la capacità di fidelizzare i propri clienti in virtù di comportamenti e strategie, anche non scritte, alle quali non si è mai sottratta.

Ed i propri fans, i propri clienti fedeli, questo l’hanno sempre apprezzato.

Fino ad oggi.

Ieri, in modo del tutto inaspettato, Apple ha presentato il nuovo modello di Ipad, a soli 6 mesi di distanza dall’uscita del modello precedente, l’Ipad3. 

Una grossolana violazione della legge non scritta dell’azienda californiana: avrai un solo modello di iPad e di iPhone ogni anno. Una regola che fino ad oggi aveva resistito alla fretta con cui tutte le società tecnologiche lanciano nuovi prodotti.

Così, da ieri, decine di migliaia di utenti Apple, sono furenti e lo esprimono sui forum, sui blog, su twitter.

Un commento che riassume un pò tutti gli altri:

“Mi sento decisamente tradito e non tenuto in considerazione da quella che oggi è la più importante azienda del mondo. Credo che Steve Jobs sarebbe quanto meno amareggiato da un tale comportamento, poiché lui era il primo ad immedesimarsi nel cliente che usava i propri prodotti e non penso che ci sia una sola persona soddisfatta di questo atteggiamento”

La Apple da un po’ fa parlare di se più per le critiche che per i meriti.

L’uscita dell’ Iphone5 un mese fa e praticamente introvabile a causa della scarsa produzione nella fabbrica Foxconn, dopo le denunce per sfruttamento e condizioni inumane dei lavoratori sfociate in  scioperi e proteste, è l’inizio.

Poi i problemi evidenziati dal nuovo “gioiellino” che hanno dato luogo a resi e sostituzioni in quantità a dir poco imbarazzanti.

Persone in coda ore fuori dagli Apple Store, per accaparrarsi quei pochi esemplari disponibili, spesso costretti a rientrare 2 o più volte per farselo sostituire.

Righe e scheggiature sulla scocca, assenza della connessione wifi, problemi al touch screen, righe e sfarfallii sulla tastiera, fughe di luce, ritardi nel flash, ombre viola nelle foto ed altri difetti ancora.

Poi con il software IOs6 che equipaggia i nuovi dispositivi, Apple ha cancellato le fantastiche mappe di Google, sostituendole con delle mappe grossolane ed approssimative dando il via alle numerose proteste che neppure le pubbliche scuse di Tim Cook hanno placato. L’eliminazione dell’App di Youtube, Siri, l’applicazione che in teoria ti permette di comandare il dispositivo con comandi vocali, ma che in realtà funziona in modo grottesco e superficiale.

E così di questo passo fino alla sorpresa di ieri.

Il nuovo Ipad presentato insieme all’Ipad mini.

Ma perche’ tutta questa fretta?

Cosa ha di nuovo l’Ipad4 rispetto al precedente e le novità giustificano un lancio così anticipato?

Un processore, l’A6X, più veloce, il connettore di alimentazione Lightning come sull’Iphone5, che rende inutilizzabili tutti gli accessori compatibili con il connettore dei modelli precedenti, poi un Wifi più veloce ed altre piccole corbellerie.

Gli aggiornamenti hardware importanti verranno riservati alla prossima versione di Ipad, il 5, quando non è dato sapere, forse subito dopo Natale se la Apple continua di questo passo.

Tagli della memoria di massa che sono rimasti di 16, 32 e 64GB esattamente come dall’uscita del primo Ipad, 3 anni fa.

Eppure le applicazioni per Ipad oggi sono molto più grandi e richiedono molto più spazio che in precedenza, in virtù dell’alta definizione del retina display e della compatibilità con IOs6.

Come la quantità di Ram on-board che è rimasta di 1GB, assolutamente inadeguata per un uso intensivo e continuo dell’Ipad.

Per fare un esempio, con IOs5 fino ad un mese fa, non capitava mai l’esaurimento della Ram, con IOs6 invece si esaurisce in fretta ed occorre riavviare l’Ipad o chiudere le App rimaste aperte o liberare Ram con una utility apposita, pena rallentamenti e limitazioni nell’uso veramente fastidiosi.

Quindi alla fine del discorso cosa avrà impresso questa imprevista accellerazione?

La butto lì, ma non credo di sbagliarmi.

Il mercato degli accessori compatibili con il nuovo connettore Lightning, non poteva rimanere limitato alla disponibilità per Iphone5 ed Ipad mini, necessitava di nuova linfa, come un nuovo modello di Ipad.

Il mercato degli accessori è importante e muove una quantità di denaro impressionante.

Ecco, secondo me la ragione è questa.

Un motivo per il quale mi terrò l’Ipad3 oltre all’Iphone4s, sperando che Apple ritorni a distinguersi come azienda che non persegue esclusivamente il profitto, ma che tiene in debito conto anche le aspettative e le ragioni dei propri clienti.

Questa voce è stata pubblicata in Informatica e Tecnologia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Apple, oltre il profitto niente

  1. espress451 scrive:

    Mi stavo informando sull’Ipad, ma a questo punto ci ripenso perché rischio di dare i numeri!
    A presto, Es.

  2. Raffaele scrive:

    @Ester
    Se hai bisogno di consigli in merito, chiedi pure…. 🙂
    Ciao, buona domenica

  3. Mariella scrive:

    Ciao
    Ho ipad2 e mi sono sempre trovata benissimo considerandolo un ottimo acquisto
    Con l’aggiornamento ad ios6 qualche problema c’è stato e ho dovuto chiamare l’assistenza,ho pure letto in rete che quasi tutti hanno avuto problemi.

  4. Raffaele scrive:

    @Mariella
    Sicuramente avrai avuto problemi con il wifi ….
    Ma non ti è diventato molto più lento ?
    Ciao

  5. Mariella scrive:

    Ciao
    Ho avuto problemi con Apple store,dava non disponibile
    Problemi pure a trasferire foto da pc ad ipad in streeming
    Ora questi problemi sembrano risolti ,e’ vero che è più lento
    Buona giornata di pioggia

  6. Mariella scrive:

    Ciao
    Mi è arrivato l’aggiornamento ios 6.1 che dovrebbe correggere eventuali errori,ho scaricato ,ora nuovamente non si connette ad iTunes Store !!
    Mahhhhhhhhhhhhhhh

  7. Raffaele scrive:

    @Mariella
    Putroppo dopo ogni aggiornamento non è possibile tornare indietro a meno che non si sia fatto il jailbreak e salvato i certificati SHSH 🙁
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *