Bimbi in mensa a pane e acqua

A volte penso che abbiamo toccato il fondo, ma sono un illuso, non è così. Nella ricca provincia di Vicenza, nel comune di Montecchio Maggiore, amministrato dal Partito dell’Amore, nove famiglie non pagano il servizio mensa per i propri figli. E così il sindaco Milena Cecchetto della Lega Nord, decreta : Ai figli degli insolventi si dia la «Riduzione del pasto». Così mentre a tutti i bambini veniva servito pasta alla zucca, hamburger, insalata e frutta, ai bimbi che non hanno pagato, un pezzo di pane asciutto ed una bottiglietta d’acqua. Vergogna, dico solo Vergogna, non mi interessa un fico secco alcuna giustificazione di tipo economico della Sindachessa della Lega. Vergogna, perchè i danni che un gesto simile ha causato negli animi e nella mente di quei bambini, nessun gesto riparatore potrà mai sanarlo. Sono queste le persone che ormai mandiamo ad Amministrare il Paese, facce sorridenti e rassicuranti dai manifesti elettorali, promesse ed assicurazioni di essere le persone giuste per il posto giusto e poi ci tocca sentire queste cose. I bambini poi, si sa, tra di loro non sono sempre angioletti, ed allora immagino i commenti ed i sorrisini dei bambini “ricchi” mentre mangiano la pastasciutta e gli sguardi bassi, l’umiliazione ed i musetti tristi di quei poveri bimbi a pane, amore e fantasia. A che cifra esorbitante ammontava il debito di queste famiglie ? Circa 4000€.  A qualcuno risulta forse che in Italia venga negata l’ Assistenza Sanitaria a chi evade e non paga le tasse? Nelle patrie galere ogni giorno vengono preparati e poi gettati via circa 50.000 pasti, perchè i detenuti preferiscono cucinarsi da sè oppure far arrivare il cibo dall’esterno, nel nostro Parlamento un pasto dei sig. Onorevoli ha un costo di circa 90€, ma loro ne pagano poco più di 10…..e noi abbiamo il coraggio di tollerare in silenzio un fatto del genere ? Io no.

Questa voce è stata pubblicata in Politica, Società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Bimbi in mensa a pane e acqua

  1. Francesco scrive:

    Caro mio, la fine che andremo a fare noi italiani non è niente in confronto a quello che è successo in Argentina. Ormai è inutile parlare di ripresa. Il problema è che la classe politica/dirigente non fà niente per migliorare il benessere della società, pensano solo ai loro interessi e ai loro parenti.

  2. Mauro scrive:

    Il problema è soprattutto l’indifferenza che accompagna simili episodi. Non risulta che alcun concittadino sia andato a prendere a calci nel sedere come meritava la signora sindaco. Simili episodi di maleducazione e indifferenza avvengono ogni giorno dovunque, ogni tanto qualcuno viene riferito dai mass-media e così ne veniamo a conoscenza….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *