Chi è contento?

Dice Mario Monti a Radio Rai: “Chi è contento di quello che è successo negli ultimi vent’anni, ha la scelta facile: basta che voti il PD collegato con l’estrema sinistra o il PDL collegato con la Lega Nord, che hanno tenuto in piedi o in ginocchio l’Italia per vent’anni”
Come dargli torto?
Però dovrebbe anche dire: “chi è contento di quello che è avvenuto in questi 14 mesi del mio governo, nell’economia, nella politica, nella società, allora voti me e la mia lista”
Io aggiungerei:
Chi è contento della disoccupazione che è aumentata a dismisura, della crescita che non è neppure sbocciata, dei suicidi di massa di piccoli e medi imprenditori dei quali la stampa non parla neppure più?
Chi è contento del macroscopico ed imbarazzante teatrino sul numero degli esodati e sulla loro sorte ancora incerta?
Della riforma Fornero sulle pensioni, tanto ingiusta quanto draconiana, che ha cancellato prospettive, speranze, certezze e diritti acquisiti a milioni di lavoratori, omogeneizzando le atipicità dei diversi lavori e l’incidenza che questi hanno di riflesso sulla salute e sull’aspettativa di vita di un lavoratore?
Delle aziende che chiudono a migliaia, dei giovani che espatriano in cerca di un Paese che sappia apprezzarli e dar loro una prospettiva di futuro da percorrere?
Dell’annullamento delle conquiste dei lavoratori con la cancellazione dell’art.18?
Dell’aumento del debito pubblico di oltre 100 miliardi?
Dell’IMU, della tassa sui risparmi, del taglio di trasferimenti agli enti locali, dell’impoverimento di tutti i servizi civili e sociali in generale?
Della conferma dell’acquisto di 91 cacciabombardieri, pure difettosi, che ci costeranno 18 miliardi?
Dei sommergibili nucleari, del rifinanziamento di tutte le missioni di guerra all’estero, dei favori alle banche ed alla finanza?
Della tristezza, della disperazione e della depressione che si sono impossessate del Paese e dei suoi cittadini?
Bene, chi è contento di tutte queste cose, voti Monti, tranquillamente.

Questa voce è stata pubblicata in Economia, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Chi è contento?

  1. Quarchedundepegi scrive:

    Salvo qualche punto sono perfettamente d’accordo con te. Monti mi è diventato antipatico; oltre tutto è presuntuoso.
    Crede di aver salvato l’Italia!
    Ma anche tutti gli altri sono diventati insopportabili e hanno dimostrato di essere degli incapaci; e poi sono troppo litigiosi!
    Purtroppo torneranno quasi tutti su poltrone di colore diverso.
    Se il Consolato mi permetterà di votare mi farà sentire follemente imbarazzato.
    L’ho scritto: piangere?

  2. Marisa scrive:

    Di sicuro fra coloro che sono contenti c’è lui e tutti quelli come lui, per il resto è un illuso, nessuno lo voterà!

  3. Raffaele scrive:

    @Dottore
    Sono anni che purtroppo ci ritroviamo a parlare di questi argomenti…. il risultato è sempre lo stesso, nulla cambia, anche quando cambiano alcune facce…
    Coraggio, cerchiamo di dare una svolta forte, nel nostro piccolo.
    Ciao
    @Marisa
    Sei troppo forte !!!!! 🙂
    Un abbraccio, ciao

  4. Marisa M. scrive:

    Vorrei dar ragione alla mia omonima ma purtroppo temo che lo voteranno, eccome se lo voteranno. Probabilmente non vincerà ma sarà votato di sicuro da chi ingenuamente crede che abbia salvato la patria per il solo fatto di averla liberata da Berlusconi. Quelli sì, sono illusi.
    Io di certo non lo voterò visto che, grazie alla sua socia, signora Fornero, dovrò lavorare fino a 67 anni. 🙁

  5. Raffaele scrive:

    @Marisa M.
    Cara Marisa, faccio mie le tue considerazioni finali perchè non so se io arriverò alla fatidica meta. Da settembre ci hanno rinnovato il contratto ed ora arriviamo a lavorare fino a 46 ore settimanali, eliminati quei piccoli privilegi che dopo i 50 si facevano meno notti, ora praticamente faccio notti e mattini ale 3, 4, o alle 5 quasi ogni giorno. Ripiombati indietro di 30 anni, cancellate tutte le conquiste ed i diritti, Frutto del clima Monti-Fornero? Io dico di si. Inizio solo ora a riprendermi da un grave abbattimento umorale-psicologico. Spero che l’ultima truppa vista al governo, sparisca fra un mese. Confido molto in questo, ma non credo che si avvererà…..
    Ciao, un abbraccione

  6. Marco scrive:

    A queste personaggi non interressa nulla di noi se non come strumento per reiterare e amplificare il loro potere.
    Nessun potente, infatti, sa distinguere tra un proprio simile ed un proprio strumento.
    Ovviamente sta a noi cercare di modificare la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *