Con una tazza di caffè

Una tazza di caffè è un piacere a cui pochi riescono a resistere e, nelle giuste dosi, non solo fa bene, ma crea addirittura delle incredibili opere d’arte.
In questo video straordinario, l’artista Hong Yi, in arte Red, ci esprime la sua arte. I caldi toni del caffè creano un effetto seppia che richiama l’autunno e la nostalgia del passato di cui parla la canzone, conferendo al ritratto un aspetto rustico e antico.

Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Video e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Con una tazza di caffè

  1. Gibran scrive:

    A dire fantastico è poco,l’arte non ha confini.
    Ciao Raf Lidia.

  2. Zac scrive:

    Caro Raf, veramente notevole, ma, da pittore, ho due dubbi:

    1) Utilizza molto piu’ di una tazzina.
    2) Credo che dopo alcuni mesi il caffe’ cosi’ disteso possa creare delle screpolature con conseguente distaccamento e perdita del dipinto.
    Comunque sia, ho gia’ messo su’ la moka e mi appresto a creare l’ennesimo disastro,
    per sicurezza metto anche un po’ di resina acrilica per l’aggrappaggio.

    Ciao
    Zac

  3. Raffaele scrive:

    @Lidia
    Mi fa piacere ti sia piaciuto.
    Ciao
    @Zac
    Come è andata? 🙂 disastro o capolavoro? opto per la seconda.
    Secondo me dipingere con il caffè è difficile anche perchè se lo fai troppo liquido hai dei problemi, se lo fai troppo denso ne hai altri…. lei è proprio brava, non c’è dubbio.
    Ciao, un abbraccio

  4. isabella scrive:

    Pare anche a me che non abbia usato solo la tazzina, direi che abbia steso caffé molto ristretto per creare le ombre del viso, comunque sia il risultato é notevole e se poi l’opera sia andata persa non penso interessi all’artista che l’ha creata, il fatto stesso di essere presente su You Tube vuol dire che milioni di persone l’hanno vista, meglio dell’esposizione in una galleria d’arte… l’arte va condivisa no?
    Ciao.

  5. Raffaele scrive:

    @Isabella
    Perfettamente d’accordo con la tua analisi.
    Ciao, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *