D’Alema e gli altri onorevoli fannulloni

Dal Blog di Alberto Cane riporto questo post dal titolo molto eloquente:

Lunedì Silvia Cerami ha pubblicato sul sito dell'”Espresso” un pezzo dal titolo “I ‘big’ onorevoli fannulloni”

Inizia così:


“Da quando non è più premier, Berlusconi diserta la Camera. D’Alema non ha mai presentato nemmeno un atto da inizio legislatura (record mondiale). Tremonti ha il due per cento di presenze, Alfano salta nove sedute su dieci, La Russa va a votare sette volte su cento. Ma prendono tutti lo stipendio (pieno) di parlamentare.”
Andate all’articolo che ne vale la pena.

Allora D’Alema incazzato ha ordinato alla sua addetta stampa di chiarire e spiegare. E ha chiarito e spiegato: che il suo capo ha diritto a essere poco presente in aula in quanto dirigente di partito, che quindi fa politica attraverso mille altri modi: visite nelle città, presenze a convegni, iniziative pubbliche e così via.

Eh no. Un parlamentare la politica dovrebbe farla in parlamento, proprio per questo viene eletto, e se vuole farla in altri modi che non gli danno il tempo di sedersi sugli scranni di quell’aula lo stipendio glielo paghi il suo partito che gia riceve per questo indecenti “rimborsi elettorali”.

Di insofferenza in insofferenza, di indignazione in indignazione, arrivare all’odio da bufali il passo sarà breve. Non succederà la rivoluzione, ma allora per un politico riconosciuto per strada saranno cazzi.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a D’Alema e gli altri onorevoli fannulloni

  1. espress451 scrive:

    L’immagine della mandria di bufali in corsa rende alquanto l’idea… Già qualche tempo fa dicevamo della vergogna che non provano e di cui non sanno il significato. Forse la conosceranno vedendo all’orizzonte lo skyline delle corna dei bufali in arrivo…
    A presto, Ester.

  2. luciabaciocchi scrive:

    D’Alena? Ancora è in circolazione? Pensavo fosse scomparso dalla scena politica, grande coraggio per alcuni politici mostrarsi in pubblico!
    Un saluto
    lucia

  3. Gibran scrive:

    Sono dei mangiapane a sbafo,ma come si fà a sopportare certa gente,che dovrebbero dare l’esempio nel lavoro,ma il loro pensiero è tanto lo stipendio in banca ci va anche se non lavoriamo,che schifezza.
    Ciao Raf Lidia.
    PS.Lucia l’orso se tova il miele non scappa.

  4. Zac scrive:

    Il solito scandalo che neppure in Tanzania…

    Pero’ il nano non c’andava manco prima.

    Ti ricorderai, caro Raf, che egli soleva definire il parlamento come un organo inutile,
    apprezzo la coerenza.

    Fa’ piacere legger qui di uno scritto di Alberto, blogger superlativo.

    Ciao
    Zac

  5. Raffaele scrive:

    @ Ester
    Alberto ha evocato un’immagine si sicuro effetto, una carica di bufali in corsa….
    Grazie, un abbraccio
    @Lucia e Lidia
    Quando ero un giovane militante del PCI ed avevo ancora le labbra sporche di latte, il Baffetto era giànella Segreteria Nazionale e scriveva sull’Unità.
    In Italia chi entra in politica, trova un impiego a vita, quindi ritengo che io sarò morto e lui calpesterà ancora palcoscenici a raccontare la sua politica da grande statista…. I risultati difatti si vedono….
    Ciao e grazie

  6. Marco scrive:

    Sento la mancanza del grande Maximilien François Marie Isidore de Robespierre.
    A buon intenditor.

  7. Raffaele scrive:

    @Zac
    ma io dico, non si vergognano mai? Come faranno? Devono proprio disprezzare la gente per riuscire a comportarsi così.
    Si concordo che Alberto è un blogger di prima classe.
    Ciao, un abbraccio

  8. isabella scrive:

    Quante facce annoiate… cosa ne dici se alle prossime elezioni ci svegliamo prima noi di loro e facciamo loro un bello scerzetto?
    Magari riusciamo a destarli… qualcosa si sta già muovendo con la tride Fi-Ca-Ru… forse l’effetto camomilla sta finendo…
    Ciao.

  9. Raffaele scrive:

    @Isa
    Io sono d’accordo !!!!!!!!
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *