Filosofia di una escort

Questa intervista di fine settembre a Terry De Nicolò(ma il servizio pubblico fa di queste cose?) non è scioccante, come scritto da molti, è esplicativa dell’essenza vera del Berlusconismo e dei valori fondamentali che regolano la vita di alcune persone, come l’intervistata.

Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Filosofia di una escort

  1. espress451 scrive:

    Dimmi se ho capito… Noi saremmo delle “pecore mosse dall’ invidia”. Ma tre sono le frasi chicche.
    “Qualsiasi donna corre da Silvio”, “l’imperatore”: io che corro ma altrove, chi sono?
    “Ti devi vendere la madre”: è il regime del libero mercato, vero?
    “E’ giusto che se vuoi arrivare in alto devi passare sui cadaveri”: la necrofilia è il nuovo passatempo di Terry?
    E la signorina si considera “bella”?
    Chissà se Es, novella Alice nel Paese delle Brutture, ha capito…
    A presto, Es.

  2. Raffaele scrive:

    Hai capito benissimo, purtroppo. Io sono rimasto di sasso ascoltando queste parole. Il fatto grave secondo me e’ il contesto nel quale questa persona ha potuto dire tutto ciò. Le avesse pronunciate ad un consesso di Forza Italia o durante una riunione organizzativa delle Escort nel nuovo millennio, ma alla Rai….
    Non so se questa tizia ha dei figli, ma meriterebbe una fine ingloriosa sola e abbandonata sui marciapiedi di periferia, lei che si crede bella e appetitosa, in realtà e’ solo stupida e patetica.
    Ciao Ester

  3. Bibi scrive:

    Questa non sa neanche cosa sia una escort..fidati.. e se anche fosse una escort non è certo una da 5000 euro a botta, per quella cifra si trova moltooooo di meglio.
    a.y.s. Bibi

  4. Raffaele scrive:

    Mi fido del tuo giudizio da esperto, Bibi.
    Ciao e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *