Finalmente un pò di meritocrazia

Dopo tanto parlare ecco dei fatti concreti.

Al Comune di Roma ci sarà un cambio al vertice della direzione dell’Ufficio Benessere degli Animali.

Chi occuperà quella poltrona?  il solito politico, amico dell’amico, compagno di merende, parente?

No, avrà pensato il sindaco Alemanno, ci mettiamo uno che per meriti acquisiti, per competenza e dimestichezza con i compiti preposti, ha le giuste competenze, finalmente una svolta meritocratica nelle nomine istituzionali.

E chi potrebbe occuparsi al meglio del benessere degli animali, di uno che gli animali li ha torturati e vivisezionati?

Alcune malelingue insinuano che questa nomina equivarrebbe ad aver messo Josef Mengele a tutela della Comunità Ebraica, oppure un noto pedofilo alla tutela dei minori.

Di chi parliamo?

Parliamo del dott. Giovanni Monastra, una laurea in Scienze Biologiche, così almeno la smettono di dire che il sindaco Alemanno non ha a cuore gli animali.

Un vero intenditore dell’amore verso quelle creature, autore anche di un saggio dal titolo “Il rapporto tra uomo e animali”

Un curriculum vitae, nel quale si legge più volte tra le esperienze professionali, la dicitura su “modelli animali in vitro e in vivo” (cioè cavie).

Non si può mai stare tranquilli ed in santa pace, avrà pensato il Sindaco Alemanno, leggendo la diffida a questa nomina giunta dal Partito Animalista Europeo e le numerose proteste che giungono dal mondo animalista che annuncia battaglia.

Monastra ha lavorato per 20 anni come responsabile ricerca alla Fidia di Abano Terme, una azienda farmaceutica – spiegano Gianluca Felicetti, presidente nazionale della LAV (la Lega Antivivisezione) , e Andrea Cristofori, responsabile canili – E’ inaccettabile che venga nominato un uomo che ha condotto esperimenti sugli animali in un dipartimento che dovrebbe tutelarli. E che viene per la terza volta delegittimato con un nuovo cambio di vertice”.

Ma dopo tutto quello che vediamo accadere ogni giorno in questo Paese, alzi la mano chi rimarrebbe sorpreso che ciò avvenisse.

Ma una domanda infine nasce spontanea: è difficile trovare per quel posto una persona che abbia veramente a cuore il benessere degli animali di Roma capitale?

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e Natura, Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Finalmente un pò di meritocrazia

  1. lucia scrive:

    Sembra quasi impossibile, finalmente leggo una notizia positiva. Non me lo aspettavo dal Sindaco Alemanno..bene averle segnalata.
    Un saluto
    Lucia

  2. isabella scrive:

    Dunque, costui é Direttore dell’ l’Ufficio Benessere degli Animali di Roma, creare anche un bell’assessorato? Perché no? Mi sa tanto di “poltrona” anche questa, ci si inventa di tutto pur di sprecare denari.
    Mi si dirà che per un comune “evoluto” come quello di Roma sia fondamentale avere tra i tecnici persone di tal calibro, ma da quanto ho letto il Direttore fa suoi i principi per cui sulla natura si debba intervenire “modificando” lo status degli esseri presi in considerazione, proprio per queste sue consoderazioni lo reputo persona poco adatta a questa mansione.
    Non apro il capitolo vivisezione a scopo di sperimentazione farmaceutica… a tal proposito ognuno è libero di pensare come meglio crede… critico la scelta del sindaco, il Dott. Monastra a mio parere non é persona idonea a coprire un tale e per di più inutile incarico.
    L’Assessorato all’Ambiente potrebbe benissimo farsi carico anche di questi problemi, senza istituire un apposito ufficio che per funzionare ovviamente avrà bisogno di finanziamenti per consultazioni…. commissioni… varie… sempre la solita solfa… insomma….. dubito che da oggi gli animali di Roma avranno un paladino che li difenda davvero….
    Ciao.

  3. paolo rossi scrive:

    Forse non si è ben compresa la natura ironica dell’articolo visto che Lucia recepisce una “notizia positiva” attribuendo meriti ad Alemanno per la giusta nomina. Mi auguro che la risposta della Signora sia altrettanto sarcastica altrimenti è preoccupante. Per intenderci è come se l’autore avesse, in modo caustico, dichiarato “Un vero intenditore dell’amore verso quelle creature , riferendosi ad Josef Mengele ( tristemente noto per i crudeli esperimenti medici e di eugenetica che svolse, usando come cavie umane i deportati, anche bambini, del campo di concentramento di Auschwitz )”. Sarebbe opportuno ed auspicabile interpretare correttamente il significato delle parole COME SI PUO’ CONSIDERARE UNA BUONA NOTIZIA AVERE NOMINATO A CAPO DEL DIPARTIMENTO BENESSERE DEGLI ANIMALI…………UN VIVISETTORE !!!

  4. loretta dalola scrive:

    Una notizia come questa farebbe tirare un sospiro di sollievo a tutti quei romani, che hanno dovuto difendersi dalla negligenza e dall’arroganza di tale Visca se non fosse per il fatto che, il candidato a succedergli, altri non è che un VIVISETTORE e forse è il caso che il signore in questione NON TUTELI I NOSTRI ANIMALI! della serie dalla padella alle…e a rimetterci sono sempre i soliti noti, di tutti i generi. ciao

  5. Raffaele scrive:

    @lucia
    Purtroppo è esattamente il contrario, sob ….
    @ Isabella
    Diciamo che l’ufficio e la poltrona già esistevano e i predecessori alla carica non hanno fatto proprio gli interessi degli animali. Diciamo che molto probabilmente al comune di Roma non hanno molto a cuore il benessere delle bestiole….
    @ Loretta
    Constato con piacere che sei proprio sul pezzo, come si dice in ambito giornalistico, per cui ti ringrazio e non aggiungo nulla a quanto hai detto.
    Ciao

  6. lupussinefabula scrive:

    Eh… la solita Italianata. Io non ho alzato la mano, io credo che oramai ci stiamo abituando a tutto, purtroppo, e poche persone hanno ancora il senso critico e la capacità di vedere cose come questa.
    Bella analisi, lucida, interessante.

  7. Raffaele scrive:

    @paolo rossi
    L’amica lucia probabilmente ha compreso male il senso ironico del pezzo o magari mi sono spiegato male io.
    Grazie per il contributo e per essere passato di qua
    Ciao
    @lupussinefabula
    Grazie mille e grazie anche a te per il commento e per essere passato di qua.
    A risentirti
    Ciao

  8. Marco scrive:

    Non riesco a capire come certa gente possa guardarsi nello specchio senza sputarsi in faccia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *