Green Hill

L’ hanno chiamata “Green Hill” collina verde, forse sperando che un nome così ecologico e pulito, non potesse far pensare che all’interno vi è celato un lager. Si trova a Montichiari (BS) questa azienda che è l’anticamera di tortura e morte per tanti cuccioli di Beagle.

Duemilacinquecento per l’esattezza, piccoli dolcissimi cuccioli, allevati per essere venduti e torturati . L’industria della vivisezione è viva e florida, gode di ottima salute oltre che di immunità a tutti i livelli, altrimenti non si spiega perchè possa ancora esistere nel ventunesimo secolo una pratica che è provato non serva assolutamente a nulla, se non ad infliggere dolore, crudeltà e morte a piccole creature indifese.

L’Uomo non è superiore agli animali e deve imparare a vivere rispettandoli e traendo benefici solo seguendo le leggi della natura.
Chi siamo e che diritto abbiamo per fare agli altri ciò che non vorremmo mai fosse fatto a noi?

Io non credo di essere una persona violenta, però questa sera, vedendo il servizio di Striscia la Notizia, se avessi potuto avrei fatto assaporare la vivisezione umana a quei due impiegati, un uomo ed una donna, che con una strafottenza indicibile irridevano l’inviato di Striscia che chiedeva di incontrare un loro responsabile. Personalmente non accetterei un lavoro simile neppure se fossi alla fame, penso che bisogna essere proprio senza cuore e senza coscienza per vivere con le mani sporche di sangue innocente. Altro che fare affari con il dolore e la morte di queste piccole bestiole, ai proprietari ed ai dipendenti della Green Hill auguro di cuore che nella vità possano ricevere e provare un centesimo del dolore che hanno inflitto a questi cani, lo auguro anche ai loro parenti più prossimi e pregherò ogni sera perchè questo mio desiderio si avveri. Se dopo aver letto questo post qualcuno inorridirà o penserà che sono matto, sappia che non mi importa, pensi quello che vuole, io ribadisco che noi cosiddetti esseri umani non abbiamo il diritto di torturare altri esseri viventi, che avrebbero tutto da insegnare a noi che ormai abbiamo perso ogni ritegno, ogni sensibilità, ogni forma di rispetto per la natura, l’ambiente e gli animali. Del resto cosa ci si può aspettare dal genere umano capace di crimini terribili anche nei confronti dei propri simili? Ogni giorno c’è chi investe pedoni, ciclisti, uomini, donne o bambini e se ne va senza fermarsi a prestare soccorso, come possiamo sperare che qualcuno rinunci ad un business per il semplice rispetto di una vita? Vergogna !

Chi vuole vedere il servizio televisivo clikki qui

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e Natura e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Green Hill

  1. espress451 scrive:

    Non ci posso credere! Sto preparando un post su una collina e cosa trovo in “casa” da Raffaele? Una collina! Ce n’est pas possible! Oltretutto è in qualche modo collegata a quella da me indagata. A presto, Ester.

  2. isabella scrive:

    Ho visto anch’io il servizio sui Beagle di Striscia, sono stata male nel vedere quelle povere bestiole così maltrattate ed ho pensato che forse fino ad ora non si fosse potuto intevenire perchè questo allevamento era in regola in base alle normative vigenti.
    Ho qualche dubbio che questi allevatori carnefici agiscano a norma di legge, mi stupirei se così fosse.
    Il mio pensiero subito dopo é corso alla nave ancorata sulla barriera corallina australiana di cui più nessuno parla, all’enorme danno ambientale che sta provocando, ai milioni di esseri viventi che sono morti e a quanti periranno in futuro e guarda caso ho la certezza matematica che anche i responsabili di questa nuova catastrofe per l’ennesima volta resteranno impuniti.
    Madre terra si sta giustamente ribellando, chissà se arriveremo a capire per tentare di rimediare al male procuratole.
    Ciao.

  3. Raffaele scrive:

    Se vedo maltrattare un animale, la cosa mi provoca uno sconvolgimento interiore che paradossalmente potrebbe sfociare in violenza nei confronti del maltrattante. La stessa cosa mi accade quando ad essere maltrattati sono donne o bambini. Io che non alzerei le mani addosso a nessuno in questi casi sento dentro una forza ed una potenziale violenza che potrebbe esplodere. Perché certi comportamenti con chi e’ indifeso o più debole sono da vigliacchi bastardi. Che dite, dovrò farmi curare per questo?
    Grazie e ciao

  4. isabella scrive:

    Se hai bisogno di una mano chiamami e suppongo che molti altri correrebbero in tuo aiuto. Ciao.

  5. Gianluca Aiello scrive:

    Ne avevo già scritto un anno fa La vivisezione in Italia.
    Sono pienamente concorde con quanto scrivi. Nessun essere può vantare diritti di superiorità su nessun’altro.

  6. loretta scrive:

    Reagisco anch’io al tuo stesso modo, pur essendo una pacifica persona (la mia reattività solitamente è verbale) , quando toccano gli animali non riesco a controllarmi, quindi comprendo fino in fondo la tua rabbia – da tempo, mi conosci, sai che non ho cliccato sul video, mi basta il tuo scritto per vergognarmi di essere lombarda – ormai, amaramente, tra il verde razzismo, l’ignoranza della massa che lo vota, l’arroganza delle scuole all’insegna dei simboli padani e questo, mi ritengo fortunata che le mie origini siano solo un ricordo infantile, ed è risaputo che l’infanzia addolcisce la visione e il relativo verdetto. Tristemente ti giunga il mio saluto

  7. Raffaele scrive:

    @isabella
    Grazie, lo terrò presente con piacere 🙂
    @Gianluca
    Grazie Gian, ho visto che di green hill ne avevi parlato un anno fa. La storia vergognosa va quindi avanti da molto tempo. Io per la verità, conoscendomi, cerco di non imbattermi in queste storie, anche se esse spesso mi sbattono addosso ed allora non posso far finta di niente e la mia rabbia mi porta a parlarne anche sul blog. Ci sono dei siti che trattano di tutti i maltrattamenti e le sevizie agli animali ed io non riesco neppure a guardarli. Ma se potessi fare qualcosa di concreto per fermare queste vergogne lo farei, compreso immolarmi in una guerra senza esclusioni di colpi contro chi perpetra tali crimini.
    Grazie
    @loretta
    Ormai ci conosciamo da tempo e so come la pensi. Fai bene ad evitare di farti del male guardando certe foto e certi video. Anche se Green Hill si trova in Lombardia, non credo sia la regione il problema, a meno che non sia l’amministrazione regionale a permetterne l’esistenza.
    Un abbraccio, ciao

  8. Farfalla Leggera scrive:

    Ho scritto alla Lav …vediamo che mi rispondono…

  9. FarfallaLeggera scrive:

    Ho fatto una specie di widget: in alto a sinistra del mio blog…

  10. Raffaele scrive:

    @Farfalla
    Ho scritto anch’io alla Lav e telefonato a Striscia… speriamo bene.
    Grazie e ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *