La mia manovra

1) Ritiro immediato di tutte le truppe militari da ogni zona del mondo
2) Ridimensionamento dell’Esercito alla metà di quello attuale.
3) Abolizione di ogni esenzione fiscale nei confronti delle Attività non commerciali e degli immobili non adibiti a Luogo di Culto per la Chiesa Cattolica.
4) Erogazione delle pensioni in base a quanto si è versato ( basta con pensioni a chi con ha mai contribuito o a chi viene calcolata in modo forfettario sugli ultimi stipensi percepiti)
5) Tetto massimo di 3000€ mensili per ogni pensione, idem per i politici ai quali si conteggeranno gli anni di contribuzione come per ogni cittadino.
6) Retribuzione fissa per ogni parlamentare di 3500€ e riduzione del loro numero a 500 complessivi tra Camera e Senato
7) Abolizione di tutte le Province (Era stato già deciso così quando si istituirono le Regioni)
8 Eliminazione di ogni doppio, triplo, quadruplo incarico in politica ed in qualsiasi altro Ente o Amministrazione.
9) Eliminazione di ogni compenso per qualsiasi incarico politico presso Comuni e Regioni ( Così vediamo subito chi si candida per il bene del Paese)
10) Eliminazione di circa 500.000 auto blu ( Solo Napolitano ne ha 35 a sua disposizione con 41 autisti !!!! )
11) Abolizione e divieto assoluto di usare aerei di stato ed altri benefit per scopi personali per ogni politico
12) Durissima legge anti corruzione (Confisca di ogni bene personale e carcere a vita)
13) Massima trasparenza su ogni atto pubblico, spesa o quant’altro (come in Inghilterra)
14) Dichiarazioni dei redditi di pubblico dominio
15) Riduzione dell’Irpef
16) Vendita di immobili dello Stato al fine di abbattere il debito pubblico del 50%
16) Sviluppo serio dell’Informatica in ogni settore del Paese ( oggi siamo da Terzo Mondo in questo campo)

Ho volutamente evitato ogni riferimento alla lotta all’evasione fiscale, perchè oggi come oggi i meccanismi per recuperare 100, ne fanno spendere 200, senza contare i ricorsi, le prescrizioni ecc.
Per cui quelli che parlano di successi nella lotta all’Evasione in realtà affermano cose che in pratica non portano soldi nelle casse dello Stato.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a La mia manovra

  1. Zacforever scrive:

    Clap, clap, clap.

    Il punto dodici e’ il mio sogno.

    Ciao
    Zac

  2. isabella scrive:

    Perché non ti candidi alle prossime elezioni? Bravo, non posso che condividere appieno quanto scrivi, potrebbe anche avverarsi quanto ipotizzi, ma ci vorrà ancora un po’ di tempo per assistere ad un tale terremoto, prima ci faranno ancora versare lacrime e sangue… purtroppo!
    Ciao.

  3. Raffaele scrive:

    @Zac e isabella
    Quello che si potrebbe fare per salvare l’ Italia dal fallimento dovrebbe nascere da proposte scevre di ogni interesse di parte, nate solo dal buon senso e da ciò che la gente comune si aspetta. Pensate solo a come si batte la Marcegaglia (che non dovrebbe neppure aprir bocca su tali questioni) per difendere i ricchi come lei dalla piccola tassa patrimoniale che si era ipotizzato. Io in politica non potrei mai entrare, sarei un cane sciolto con nemici tutti gli altri. Perchè io so per esperienza provata, che quello che dicono i politici navigati, non è mai quello che pensano realmente e quello che poi cercano di ottenere. Altrimenti come mai si sentono dire cose da trent’anni, praticamente da tutti e poi non si fa nulla?
    Ciao e grazie

  4. loretta scrive:

    ciao, vedo che il caldo degli ultimi giorni ha portato aria di rinnovamento nel tuo blog – il cambiamento fa bene all’anima e alla lucidità di analisi che ben si applicherebbe al nostro attuale diffcile momento ma, vista la sua portata innovativa credo che il mondo politico non sia altrettanto bendisposto al cambiamento rinnovativo…

  5. Raffaele scrive:

    Bentornata Loretta, abbiamo sentito la tua mancanza, spero che tu abbia trascorso una buona vacanza.
    Un abbraccio
    Ciao

  6. Sono commossa, hai scritto un’ode alla vita.
    Bravo!!!!

  7. marco scrive:

    Con 35 auto ( di qualsiasi colore) e 41 autisti si mette in piedi una ditta di spedizioni
    di medie dimensioni……….
    E’ inacettabile qualsiasi predica o invito al sacrificio da chi mantiene privilegi non
    solo esagerati ma pure assurdi.
    E’ umanamente impossibile per una sola persona usare 35 auto.
    Spero non sia vero !

  8. Raffaele scrive:

    @ Marco
    E’ verissimo purtroppo, controlla pure.
    @ Marisa
    Mi fa piacere che tu condivida, grazie
    Ciao

  9. Gianluca Aiello scrive:

    Scrivo alcuni commenti alle voci con le quali non mi trovo d’accordo. Sulle altro sono assolutamente in sintonia.

    1) Ci vorrebbe una proposta alternativa per garantire il fine iniziale che è quello di aiutare popolazioni civili in difficoltà.
    2) OK, ma occorre creare nuovi posti di lavoro.
    9) Neppure chi fa attività lavorativa continuativa presso ONLUS lo fa gratuitamente. E’ demagogico chiedere che chiunque dedichi il 100% della propria giornata all’amministrazione politica senza avere altri redditi di lavoro lo faccia gratis. E’ anche impensabile fare quell’attività seriamente facendo altri lavori.
    16) La vendita di immobili dovrebbe essere legata all’uso degli stessi. Non vorrei che lo Stato si riducesse a pagare affitti esagerati a privati.

  10. Raffaele scrive:

    @ Gianluca
    In Afghanistan la nostra ” missione di pace” ha ottenuto, come esito finale, che i talebani, invisi ed odiati 10 anni fa da tutta la popolazione, ora sono acclamati come liberatori e salvatori dal 90% degli afgani. E tutti i miliardi di euro spesi ed i soldati morti a cosa sono serviti?
    Non credo che l’esercito sia una soluzione per aumentare l’occupazione.
    Sul compenso posso anche aver esagerato, lo ammetto, ma una volta, chi entrava in politica, veramente lo faceva gratuitamente…. Visti i risultati ottenuti con la gente che ora amministra, potremmo tranquillamente affidarci a volontari disposti ad accettare solo rimborsi spesi. Otterremmo di scremare una buona parte di….
    Le cartolarizzazioni sono una vergogna, io mi riferivo alla vendita di beni non utilizzati dallo Stato o da altre amministrazioni.
    Ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero e contribuito alla discussione.
    Ciao

  11. Gianluca Aiello scrive:

    Non voglio dire che i militari all’estero siano un bene e che l’esercito sia una soluzione alla disoccupazione. Però si dovrebbe fornire delle alternative alla loro mancanza e/o cattiva gestione.
    Se elimini l’esercito ci sarà … un esercito di disoccupati in più ai quali dare alternative.
    Se elimini i soldati all’estero dovremmo dare alternative (purtroppo non sempre bastano azioni pacifiste, ricordiamoci dei nostri partigiani armati) a chi è oppresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *