La peggio gioventù

Con il treno attraversavo la placida campagna saluzzese in una calda giornata d’agosto.
Quando i binari passano sul ponte di un torrente, identico a quello che scorreva vicino alla mia casa d’infanzia, scorgo dal finestrino un gruppo di ragazzi in costume da bagno, pigramente distesi sulla sabbia del fiume.
Partono incontrollati dalla memoria, flussi di ricordi.
Ricordi di quelle lunghe estati passate a giocare nel fiume, a rincorrerci sulle pietre, a pescare le trote con le mani.
Ci si divertiva con niente, perchè niente avevamo, solo la fantasia e la spensieratezza come può esserla solo quella dei bambini.
Il ritorno a casa, dove si veniva accolti dai genitori con bonari rimproveri per essere spariti tutto il giorno anche se loro sapevano sempre dove ci trovavamo.
Si rideva, si scherzava, si faceva il bagno e si spiavano alcune ragazze più grandi che un pò più in là prendevano il sole in topless.
I ricordi lasciano presto il posto al lavoro, che richiede sempre attenzione e sensi all’erta. Il tempo di ripassare nello stesso posto nel tragitto di ritorno, che un rumore di vetri infranti spezza la quiete e la tranquillità di quel tragitto.
Dalle rive di quel torrente, dove c’erano quei ragazzi, era partita una sassaiola contro il treno. Vetri rotti, spavento tra i pochi viaggiatori ma ringraziando niente di grave. Una volante dei carabinieri subito allertata parte alla ricerca infruttuosa dei colpevoli, erano già spariti.
Anche questi sono ragazzi come noi, ma noi eravamo diversi.

Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La peggio gioventù

  1. Marisa scrive:

    Anche se per lavoro, attraversare posti così belli dev’essere emozionante, ancor di più se affiorano i ricordi di giovinezza. Peccato che poi la realtà sia diversa. Per fortuna il gesto deplorevole non ha avuto conseguenze. Ma lascia comunque tanta amarezza.
    Ciao.

  2. Farfallalegger@ scrive:

    Meno male che non tutti i giovani sono così…contenta che l’episodio non abbia avuto conseguenze gravi…☻ ♪ ☼ ☻ ♪ ☼

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *