New York, cani “silenziati”

Arriva da Manhattan la notizia dell’ ultima crudeltà inflitta ai nostri amici a 4 zampe da parte dei loro padroni. Si chiama “debarking” e vuol dire  corde vocali recise per evitare che disturbino i vicini. Can che abbaia non morde, ma infastidisce i vicini. Per questo motivo a New York sono in tanti a scegliere la strada più semplice. Quella di farli operare, recidendo loro le corde vocali. In questo modo, il can che abbaia si trasforma semplicemente in un can che sussurra. Non mi stupisco tanto dei padroni che riescono a decidere di fare certe cose alle loro “amate” creature, quanto del fatto che dei veterinari possano prestarsi a simili pratiche. Io li definirei delinquenti, con la D maiuscola. Per fortuna in Italia una simile crudeltà è vietata per legge.

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e Natura, Società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a New York, cani “silenziati”

  1. Shara scrive:

    Gli animali ci ascoltano ci spiano, chiacchierano e quando vengono scoperti fingono di essere solo animali.

  2. Raffaele scrive:

    Ma lo sai che condivido al 100% ? Benvenuta sul Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *