Ricerca di mercato sui nostri clienti… Il nuovo spot 3 H3G

Mentre da alcuni mesi gira su tutti le reti TV questo spot di H3G, che enfatizza la soddisfazione dei propri 9 milioni di clienti e che spende in pubblicità decine di milioni di €uro l’anno, vi racconto questo fatto.
Circa due mesi fa, un’anziana signora che conosco, compra presso una tabaccheria una ricarica da 10€ per il suo cellulare. Poi mi chiede di attivarle la ricarica. Così gratto la pellicola che nasconde il codice e con stupore noto che il codice sottostante è illeggibile.
Nessun problema, dico alla signora, la ricarica gliela faccio io tramite il PC e poi mi occuperò di contattare H3G per avere il riaccredito dei 10€.
Siamo a settembre.

Mi informo sulla procedura e dal sito di Tre leggo testualmente:

“Se il codice segreto della Ricarica 3 che hai acquistato è danneggiato e quindi non è interamente leggibile, invia via fax al numero verde 800 179 600:
• copia fronte e retro della Ricarica 3;
• copia dello scontrino d’acquisto (se lo hai conservato);
• copia fronte e retro di un tuo documento di identità valido;
• un’autocertificazione di possesso in buona fede che contenga i tuoi dati personali, il numero di telefono 3, i dati della Ricarica 3 ed i dati del punto vendita presso cui l’hai acquistata

Riceverai entro breve tempo un SMS di conferma dell’avvenuta ricarica.”

Rifletto che è assurdo che un’azienda all’avanguardia nel campo delle Telecomunicazioni, chieda ai suoi clienti di utilizzare il fax per comunicare con lei, probabilmente è un mezzo per dissuadere la gente, visto che a casa quasi tutti hanno pc e posta elettronica, per il fax invece occorre partire apposta, trovare una cartoleria o altro negozio e perdere un sacco di tempo.
Ma non mi perdo d’animo, è una questione di principio, mi dico.
Faccio tutto e per riavere i 10 €uro, sbrigo la pratica a nome di mia moglie che ha una Sim 3 ricaricabile, in modo che H3G possa accreditarli sul suo cellulare, avendo io invece un abbonamento.
Il giorno dopo sul portale 3, nella sezione “3 mi risponde” comunicano di aver ricevuto tutto e che la pratica è in lavorazione.
Passa una settimana, chiedo notizie, nessuna risposta.
Un’altra settimana, inizio ad irritarmi, se c’è una cosa che mi manda in bestia è il comportamento irriguardoso ed arrogante che hanno le Aziende in Italia nei confronti dei clienti, questo caso non è una novità.
Scrivo una e-mail dai toni durissimi, chiedendo anche in tono provocatorio se per restituire il maltolto debbano convocare il consiglio di Amministrazione.
Silenzio
Passa un mese, ricevo questa comunicazione :
” Gentile Cliente,
in riferimento alla sua segnalazione, Le comunichiamo che per un nostro disservizio tecnico non possiamo effettuare le dovute verifiche al fine di risolvere la problematica da Lei riscontrata.”
Ecc, ecc,
Poi più nulla, altra e-mail, nessuna risposta.
Oggi a distanza di quasi due mesi un’e-mail: ” Gentile cliente, non possiamo restituirle la ricarica perché il fax da lei inviato e’ illeggibile, provi a rimandarlo”
Ecco, questi i fatti, credo che ogni commento sia superfluo.

Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ricerca di mercato sui nostri clienti… Il nuovo spot 3 H3G

  1. lucia scrive:

    Storia molto simile alla mia, la definirei truffa legalizzata, trovo il tutto una vergogna!!!
    Mi complimento per aver fatto questa denuncia.
    Un saluto

  2. isabella scrive:

    Se si giunge a queste situazioni a mio avviso é in gran parte anche colpa di noi consumatori; il popolo italiano tende a non far sentire più di tanto la propria voce e a non denunciare queste truffe poiché spesso e volentieri non fanno seguito dei rimborsi e si perde solo tempo. Chissà quanti avrebbero pensato al posto tuo: ” Solo per 10 euro non vale la pena neanche iniziare una trafila burocratica che mi farebbe solo perdere tempo senza ottenere infine nulla!”
    Bravo per aver agito. Ciao.

  3. Raffaele scrive:

    @lucia
    leggendo sui vari forum, storie così ne senti parecchie, purtroppo di concreto si può fare poco, oltre che denunciare il fatto resta ben poco..
    Ciao e grazie
    @isabella
    Anni fa mi capitò con wind che lasciai scadere una sim con 30€ di credito. Ogni volta che mandavo il fax con la richiesta di riaccredito, il fax era illeggibile. Dopo 4 o 5 volte lasciai perdere, ecco spesso ti prendono per stanchezza..
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *