San Silvio dei bisognosi

Agnese stava seguendo Ballarò in televisione quando, dopo aver sentito l’ on. Lupi ripetere più volte che il presidente del consiglio Berlusconi grazie al suo buon cuore si occupa personalmente dei casi delle persone bisognose, come ha fatto con la giovane marocchina Ruby, non ce l’ha fatta più. Lei si era per l’appunto rivolta alcuni mesi prima al presidente Berlusconi, affinchè l’aiutasse. Donna sola e separata, 49 anni, 5 figli da mantenere, tra gli 11 e i 22 anni, il solo reddito da maestra elementare, gas staccato per 2 mesi,  scrisse una lettera accorata nella quale chiedeva un aiuto per tirare avanti. Ma la replica di palazzo Chigi fu lapidaria. Il presidente del consiglio non può farsi carico di casi individuali, ecc, ecc, tanti auguri e se la cavi da sola. Ora ha tirato fuori la lettera dal cassetto e rileggendola alla luce delle affermazioni pubbliche di B. seguite al caso Ruby, si sente presa in giro, lei era una che comunque aveva fiducia nel premier, non voleva la carità, ma solo un piccolo aiuto per superare un momento difficile. Si è sentita talmente presa in giro che non ha più vergogna nel mostrare la lettera, mentre i figli scherzano ogni giorno quando arriva il postino: ” Mamma è arrivato un assegno dal ” Berla” ? Qualcuno si ricorda poi quando, dopo questo leggendario pianto, promise che avrebbe aiutato una famiglia di albanesi e li avrebbe ospitati a casa sua? Staranno ancora aspettando ?

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a San Silvio dei bisognosi

  1. loretta scrive:

    Acuto post che mette decisamente il dito nella piaga…sappiamo che LUI ha un cuore grande così, ma dentro ci devono stare requisiti fisici che evidentemente mancano alla signora Agnese, mi spiace per lei che si dovrà arrangiare da sola, del resto cosa pretende ha anche l’aggravante dell’età avanzata….

  2. Mara scrive:

    Verissimo, sopra i 18 si è out 😀

  3. Raffaele scrive:

    Quando era conveniente commuoversi per le sorti degli immigrati, ed era redditizio ai fini elettorali, abbiamo visto tutti di quale scena madre e’ stato capace. Ora rende di più dire che gli immigrati vanno cacciati, anche a pedate nel culo se necessario….

  4. zacforever scrive:

    Capisco e mi indigno per la mamma con i cinque figli.

    Ma qui non si sta parlando di “aiuti ai bisognosi”,
    qui si sta parlando di una marchetta da 7000euro, che e’ la tariffa, neppure cosi’ esorbitante per un plurimiliardario, per portarsi a letto una minorenne.

    Tutto il resto, le discussioni, le prime pagine, la conferenza per la famiglia, Vespa, Santoro e compagnia bella, sono solo del gran fumo negli occhi per far si’ che una scopata con una minorenne assuma le proporzioni di caso nazionalpopolare.

    Ragione vorrebbe che assumesse rilevanza penale di fronte a un tribunale.

    Ciao,
    Zac

  5. Raffaele scrive:

    Certo Zac, hai ragione in pieno, chiaramente il titolo del post era ironico ed il contenuto era rivolto ai più che magari hanno creduto alle parole del caimano, cioè che il suo cuore è così grande che lui si muove immediatamente quando qualche persona bisognosa chiede il suo aiuto e, credimi, ce ne sono che ci credono, anche tra persone di cultura e id intelligenza. Ciao e grazie
    Raf

  6. Bibi scrive:

    Non credo che ci siano persone di cultura ed intelligenza che ci credano. E’ un ossimoro. E’ una violazione del principio aristotelico della non contraddizione : essere intelligenti e credere in berlusconi.
    Ci sono persone a cui “conviene” credere in berlusconi, questo certo, ma non credo che una persona con una cultura normale ed un’intellgenza normale possa “credere” a berlusconi, vorrebbe dire che si potrebbe pensare seriamente all’esistenza di Babbo Natale.
    a.y.s. Bibi

  7. Raffaele scrive:

    Ciao Bibi, che aggiungere al tuo commento? Sai come la penso e mi trovi concorde su tutto. Ciao e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *