Un po’ di stanchezza

Non scrivi più nulla?

Domanda che mi sento ripetere da alcuni giorni.

Lo ammetto, sono un po’ stanco.

Non so se questo blog sopravviverà ancora molto. Magari si addormenterà un po’. Magari verrà chiuso del tutto.

Ci sono momenti in cui uno ha poco da dire.

E ce ne sono altri in cui qualcuno vorrebbe essere qualcun’altro e potersi permettere spazi nuovi per nuove parole.

Rifletterò un po’.

Vorrei capire se questo blog ha un senso per me e per chi lo legge tutti i giorni.

Vedremo.

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e riflessioni. Contrassegna il permalink.

21 risposte a Un po’ di stanchezza

  1. Sergiomargaria scrive:

    Ciao Raffaele! E’ sempre un piacere leggere il tuo Blog.
    Per cui….. Non cedere!
    Quello che scrivi e’ sempre carico di emozioni ed intelligenza.
    Abbraccio.
    Sergio

  2. Raffaele scrive:

    Grazie Sergio, è un piacere sapere che mi segui ancora.. Io vi penso spesso e spero di rivedervi al più presto. Un abbraccio con tutto il cuore. Ciao

  3. claudio scrive:

    personalmente mi manca…… se non vuoi scrivere per TE, scrivi per un vecchio e lontano amico…..
    ciao

  4. Guido Giraudo scrive:

    Caro Raf, quello che mi piace del tuo blog è che non sai mai cosa ci trovi. Un giorno riporti articoli interessanti scritti da altri, un giorno scrivi qualcosa che riguarda te e la tua vita, la tecnologia, recensioni, siti interessanti, video di youtube. Non è come quei siti che parlano sempre delle stesse cose che dopo un pò possono stancare. Non si vive solo di politica o cultura, il bello è poter parlare come tra amici di molte cose, come molti sono gli argomenti di interesse delle nostre vite.
    Se mollerai, personalmente il tuo blog mi mancherà tantissimo.

  5. isabella scrive:

    Io ti lascio la piena libertà di scelta perché penso che nella vita sia giusto rispettare le scelte della persona con cui ci si rapporta. Sai benissimo quanto siamo tutti affezionati ai tuoi scritti, precisi e puntuali sui fatti quotidiani e con una nota personale che ci ha aiutato ad avere con te un rapporto sì virtuale ma anche molto amichevole, ragion per cui non me la sento di insistere sul fatto che sarei felice se tu continuassi a tener aperto il blog, fai cosa ti dice il cuore, la scelta sarà quella giusta.
    Ti dico questo perché non é la prima volta che manifesti questa intenzione e so che sei molto indeciso sul da farsi, forse attendi solo il nostro imput per effettuare la tua scelta, sappi che da parte mia sono molto soddisfatta per l’opportunità che mi hai dato in questi mesi di poter conoscere e approfondire argomenti che mai e poi mai avrei trovato in tv e sui pochi quotidiani che leggo, però ribadisco che la scelta é solo tua e che se sceglierai di lasciarci orfani dei tuoi scritti per un periodo o per sempre rispetterò la tua scelta, gestire un blog deve essere un piacere non una costrizione, altrimenti si rischia di scrivere più per dovere che per il sentito del cuore e scusa tanto se per me….la seconda é quella giusta! Un abbraccio.

  6. Quarchedundepegi scrive:

    Scrivi:
    “Vorrei capire se questo blog ha un senso per me e per chi lo legge tutti i giorni”.
    Il mio pensiero è altamente positivo anche se non ti conosco ancora abbastanza. C’è però un problema e cioè che non arrivo a leggerti tutti i giorni solo ed esclusivamente per il fatto che mi manca il tempo.
    Un altro pensiero:”Tutti i giorni si impara qualcosa… e da te ho imparato”.
    Ciao

  7. Laura scrive:

    Anche se commento poco ti seguo da tanto ed il tuo blog, se chiudesse, mi mancherebbe molto. Quando passo a “trovarti”, so che troverò sempre qualcosa di interessante, per cui ti dico non mollare, anche se immagino che un impegno così alla lunga possa divenire anche faticoso.
    Un abbraccio virtuale

  8. loretta scrive:

    A giudicare dalle risposte non hai scampo!
    Ti aspettiamo, ancora e ancora…

  9. Zac scrive:

    Caro Raf, mica siamo a cottimo, se uno ha voglia di scrivere, scrive, se no puo’ sempre leggere, cucinare, dipingere, correre, giocare, parlare e fare altre centinaia di cose.

    Scrivere non e’ un verbo che puo’ essere svolto a comando, a meno che tu non sia Feltri o Belpietro.

    Il mio consiglio e’ continuare, ma solo quando hai voglia e ispirazione, e vedrai che entrambe non tarderanno a ricomparire.

    Ciao
    Zac

  10. espress451 scrive:

    Se è per sentirsi dire che è un buon blog, lo è.
    Ma tu non sei così, Raffaele! Non hai bisogno di complimenti, anzi, ti fanno arrossire!
    Il problema è un po’ più complesso e profondo. Anch’io ho fatto pensieri simili ai tuoi in questo periodo, ma penso si tratti di uno svuotamento dopo un tempo in cui eravamo troppo pieni di cose da dire. Poi ci sono i passaggi privati in cui certi vuoti e silenzi dentro di noi si fanno necessari per risentire nuova energia fluire. Prenditi tempo Raffaele, lascia che il tuo “vino” riposi in cantina, e poi arriverà il segno che attendi.
    Un abbraccio, Ester.
    Ps: a me comunque piace molto venirti a trovare sul blog per sapere i tuoi pensieri e condividere idee…

  11. lucia scrive:

    Raffaele ciao, sono una delle ultime frequentatrici di questo blog, non voglio assolutamente darti consigli, un momento di pausa a volte è necessario, serve a riordinare i pensieri , per poi tornare più decisi e combattivi.
    Un saluto affettuoso
    Lucia
    Ps: per un po’ mi mancheranno le tue righe!

  12. Raffaele scrive:

    @ tutti
    Grazie per le vostre parole, aiutano tanto a superare certi momenti di stanchezza e difficoltà.
    Un abbraccio
    Raf

  13. Carissimo, come ben sai io ci sono passata prima di te, ho chiuso il mio blog perchè non avevo più nulla da dire ma confesso che mi manca.
    Capita un po’ a tutti di sentirsi scollati ed è giusto allontanarsi un po’ per un bisogno di rinnovamento perciò prenditi il tutto il tempo di cui hai bisogno e poi si vedrà. Sicuramente, senza i tuoi preziosi pensieri lasceresti un grande vuoto in noi lettori.
    Ti abbraccio!

  14. Marco scrive:

    Sino a che c’è libertà di espressione, non sò quanto durerà, divertiamoci a scrivere, parlare e quanto serve per comunicare i nostri pensieri.
    Ovviamente non deve diventare un impegno, ne abbiamo già troppi.
    Ciao

  15. Semplice1 scrive:

    Eh no..non vale!! Ti ho appena conosciuto ieri, oggi vengo a ricambiarti la visita e leggo che vorresti mollare!!
    Sono indubbiamente, l’ultima a poter dire qualcosa… ma una cosa voglio potertela dire: ho il mio blog, nato per sbaglio, nel senso che dovevo sottoscrivere quello di un mio amico, ma essendo una zappa ho cliccato di qua e di là, a destra e manca e come fu e non fu..mi ritrovai un blog mio. Non lo volevo tenere, io vado sempre per uno facendo a cazzotti con il tempo con cui mi gioco a dadi scampoli di minuti..ma qualcosa, vuoi la curiosità, la sfida, mi consigliarono di tenerlo. Da febbraio è iniziato questo viaggio ed è stato un bel viaggio. Come un viaggio che si rispetti ha soste..ed io ne ho fatte tre abbastanza lunghe, circa tre mesi e mezzo. Mi sono servite per rigenerarmi, per ascoltarmi dentro..quando si sente di non avere parole, non è che non se ne hanno..stanno solo lievitando dentro la nostra mente..come semi che hanno bisogno di sonno sotto la coltre di neve per germogliare a primavera.
    Qualunque cosa tu decida..sappi che ritroverai le persone amiche, gli affetti non si sminuiscono ne si dissolvono con il tempo..io le ho ritrovate tutte.
    E’ un bel blog, il tuo..pesa! ( non nell’accezione negativa, ma in quanto porta carico…carico di cose interessanti).
    Ti lascio un sorriso…a presto.
    Vera

  16. Raffaele scrive:

    @marisa
    Lo so bene, ero uno dei tuoi lettori.
    Cmq piano piano cerco, senza fare programmi, di non mollare.
    Un abbraccio anche a te
    Ciao
    @Marco
    Grazie per essere sempre presente.
    Ciao
    @Vera
    Grazie per le tue belle parole e per essere passata a trovare il mio Blog, anche il tuo è molto interessante e ricco di spunti.
    A risentirti presto, spero.
    Ciao

  17. Quarchedundepegi scrive:

    Caro Raffaele,
    Ho proprio l’impressione che dovrai continuare!
    Ciao.

  18. Raffaele scrive:

    Caro Zac, hai ragione, ringraziando tenere un Blog è una passione anche se poi a volte si sente il bisogno di rispettare un impegno con i propri lettori oltre che con se stessi.
    Momenti di crisi penso capitino un po’ a tutti, difatti spesso blog che frequentiamo chiudono improvvisamente, anche senza spiegazioni.
    Vedremo…..
    Ciao e grazie

  19. Marisa scrive:

    Noterai che ho letto questo post un po’ (tanto!) in ritardo. In questo periodo ho mille pensieri e sono sempre troppo occupata; sto pensando la stessa cosa ma so che se mai dovessi decidere di chiudere il mio blog (anzi, i miei due blog) me ne pentirei amaramente. Altre volte ti ho detto che se il blog rappresenta un lavoro, nel senso che ti senti in “obbligo” a scrivere qualcosa, allora diventa una fatica. Dev’essere invece un piacere prima di tutto per te e poi per noi lettori che non vorremmo perdere l’occasione di leggere quello che scrivi, sempre molto piacevole e interessante. Non sempre commento, lo sai. E mi rendo conto che i momenti di crisi sono determinati anche dalla penuria di commenti. A volte mi sono sorpresa a pensare che anche uno spam sarebbe stato gradito. 🙁

    Tieni duro e non mollare! Quando hai voglia scrivi, quando non te la senti fanne a meno. Senza problemi. 🙂

  20. Quarchedundepegi scrive:

    Ma quant’è saggia questa Marisa!

  21. Raffaele scrive:

    @Marisa
    Grazie mille, un abbraccio
    Ciao
    @ Dottore
    Si, saggia e brava
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *