Una fetida verità

Pochi se ne sono accorti, ma D’Alema ieri a Reggio ha rivelato una fetida verità: le baruffe di questi giorni tra Vendola e Casini sono «solo propaganda» – ciascuno dei due ha bisogno di rassicurare il proprio elettorato – e il percorso è giù deciso. Vale a dire il Pd e Sel si presenteranno insieme (listone o coalizione, dipende dalla legge elettorale) per tentare il pieno di voti a sinistra, poi si allereanno con l’Udc per fare il governo. «Indipendentemente da quello che dicono adesso», appunto.

Suppongo che la notizia non turberà più di tanto i simpatizzanti dell’Udc  – ammesso che ne esistano, al netto delle clientele – ma mi chiedo se gli elettori di sinistra di questo Paese (nel Pd, in Sel, tra i ‘cani sciolti’ come me  o tra i moltissimi che viaggiano verso l’astensione) non si sentano leggermente presi per i fondelli dallo scenario annunciato con tanta fondata certezza da D’Alema.

Non perché Casini abbia la peste, ma semplicemente per gli effetti pratici, concreti, che questo patto a tre comporterà di qui al 2018: una maggioranza raffazzonata e tenuta insieme solo dall’amor di poltrona, pertanto incapace di offrire una qualsiasi strategia sociale e civile al Paese, qualsiasi disegno di vero sviluppo adatto per il XXI secolo. Un esecutivo di quiescenza e di sedazione che si ridurrà a gestire il presente in una continua mediazione affidata ai vari Passera, Enrico Letta, Casini, Bindi e via così.

Del resto, basta vedere il paginone che il bravo Goffredo De Marchis ci propone oggi su Repubblica per vedere cosa intende dire Bersani quando porta in giro per l’Italia lo slogan «ora tocca a noi»: egli medesimo premier, Rosy vice, Veltroni presidente della Camera, D’Alema ministro degli esteri o commissario europeo, Fioroni anche lui al governo non importa dove, Franceschini di nuovo segretario del partito.

Davvero una salubre ventata di freschezza, proprio quella sferzata di civiltà e di progettualità di cui il Paese ha bisogno.

Dal Blog Piovono Rane di Alessandro Gilioli

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e riflessioni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Una fetida verità

  1. Gibran scrive:

    Caro amico,sicuramente andrò a votare ma decisamente non sò dirti per chi,mi sento confusa e inerme da tutti questi discorsi sensa senso.
    Ciao Raf Lidia.

  2. Marco scrive:

    Ma devo vedere e sentire sempre i soliti abbuffini sputasentenze chisonoio?
    ANDASSERO A FARE IN C… tecnici superteorici, politici di lungo corso, leccaculi e & c sparissero come per incanto.
    Tanto fanno solo danni.

  3. Quarchedundepegi scrive:

    Ma c’è ancora qualcuno che li sta a sentire? Sicuramente penseranno di essere rieletti e poter continuare il consueto ballo!
    Povera Italia!

  4. @Lidia
    inciuci per il potere, sono solo inciuci per mantenere poltrone e potere.
    Ciao
    @Marco
    Sei un po incazzato?
    Ciao
    @Dottore
    Si, li ascoltano in tanti… ecco perchè sono ancora lì e sono sempre gli stessi…
    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *