Zanzotto, la voce del Nordest che chiamava “imbroglio” la Padania

A Novant’anni se n’è andato Andrea Zanzotto, uno dei più importanti poeti italiani del secondo Novecento.

#!

Questa voce è stata pubblicata in Cultura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Zanzotto, la voce del Nordest che chiamava “imbroglio” la Padania

  1. espress451 scrive:

    Mi hai preceduto, caro Raffaele… Puntualissimo sulla notizia, o meglio su una notizia che sembra aver poco da spartire con i discorsi di questi giorni sulla violenza, e invece… Perché più poesia permetterebbe più riflessione, più coscienza civile, più leggerezza, più profondità… Insomma, un “più” nell’epoca del “meno”. A presto, Ester.

  2. Raffaele scrive:

    Mi fa piacere questo tuo commento Ester, perché la poesia ed i poeti sono spesso relegati negli angoli più sperduti della vita quotidiana, invece la loro azione sul cuore e sul pensiero li rendono indispensabili.
    Ciao e grazie

  3. Zacforever scrive:

    Da anni, ogni volta che passo per Pieve di Soligo, mi fermo per dedicare un pensiero a un poeta incredibile.

    Continuerò.

    Hasta
    Zac

  4. Raffaele scrive:

    Grande Zac
    Ciao

  5. espress451 scrive:

    Che belle le parole che hai usato, Raffaele! “L’azione dei poeti sul cuore e sul pensiero” di tutti noi lo commenterò coi miei studenti… A presto, Ester.

  6. Raffaele scrive:

    Grazie Es, nn sono abituato ai complimenti, mi imbarazzano, ma le tue parole mi han fatto piacere. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *